“Sloi Machine” di Andrea Brunello

sloi_machineContinua il percorso storico, con uno sguardo al futuro, su quello che è stata la Sloi nella società trentina in questi ultimi 70 anni. Nella terza serata nell’ambito della mostra “Sloi 1939-2014. Settant’anni di storia nella società trentina”, andrà in scena il monologo, scritto ed interpretato da Andrea Brunello, “SLOI MACHINE”:

Appuntamento giovedì 25 settembre, ore 20.30, presso Le Gallerie Piedicastello

Alcune informazioni sullo spettacolo, dal sito arditodesio.org:

SLOI MACHINE

Con: Andrea Brunello.
Regia di: Michela Marelli.
Progetto di: Andrea Brunello.
Musiche originali di: Carlo Casillo.
Progetto scenico di: Andrea Violato.
Disegno luci di: Alessandro Bigatti.
Testo di: Michela Marelli e Andrea Brunello.

Lo spettacolo ha ricevuto il supporto del Comune di Trento. È stato in parte finanziato dalla CGIL del Trentino.

Spettacolo vincitore del IX Festival di Resistenza – Premio Museo Cervi 2010.

Descrizione:

L’operaio della S.L.O.I. aveva la possibilità di vincere: la paga alla S.L.O.I. era il doppio di quella delle altre aziende e con gli extra fuori busta si faceva jackpot! Il rischio era quello di perdere l’intelletto, la salute, la vita.

Il vero jackpot lo facevano i proprietari della fabbrica. La S.L.O.I. era una delle pochissime al mondo a produrre il piombo tetraetile, l’additivo chimico nelle benzine super. Era troppo pericoloso, nessuno voleva averci a che fare. Andava a ruba.

In ogni litro di benzina che il mondo usava c’era un po’ della salute degli operai della S.L.O.I. di Trento. Erano loro le monetine, la fabbrica era una slot machine e i padroni vincevano a mani basse.

Fino al 1978. Un enorme incendio, i depositi del piombo tetraetile lambiti dal fuoco. La città di Trento ha sfiorato l’annientamento.

Nel 1978 solo la morte ha rischiato di fare jackpot.

Immagine tratta da teatroportland.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *