Salviamo il paesaggio. Storie di resistenza contro la cementificazione dell’Italia

Riportiamo questa interessante iniziativa promossa dal mensile Altraeconomia e segnalata dalla Fondazione <ahref:

SALVIAMO IL PAESAGGIO

Storie di resistenza contro la cementificazione dell’Italia

Fino al 29 Febbraio un’inchiesta aperta a tutti e ad ogni tipo di media, promossa dal mensile Altreconomia e ospitata da timu, la piattaforma della Fondazione <ahref.

I numeri sono chiari. Negli ultimi 15 anni sono andati persi quasi 4 milioni di ettari di terreni agricoli: una superficie pari a quella di Lazio e Abruzzo messi insieme. In media il suolo fertile è diminuito del 17% nelle regioni, ma esistono punte eccezionali, come la Liguria.

Le cause di questo incendio grigio sono molteplici: la possibilità per i comuni di “fare cassa” sulle concessioni edilizie, la speculazione finanziaria sugli immobili, le “cricche” che si spartiscono appalti pubblici per le grandi opere di dubbia utilità, le quasi inesistenti tutele ambientali, la possibilità per la criminalità di fare affari

Mentre l’Italia è inghiottita dal cemento – o meglio, da quella complessa filiera che distrugge il paesaggio esistono numerosi enti locali che lavorano per opporsi all’“incendio grigio” e alle sue conseguenze. Altreconomia vuole raccogliere le storie di sindaci e cittadini che non cadono nella “trappola” degli oneri di urbanizzazione, né in quella delle “compensazioni”, tanto meno cedono al ricatto occupazionale e ha scelto timu e la Fondazione <ahref come partner per ospitare i contributi dei lettori.

Timu.it è una piattaforma realizzata dalla Fondazione <ahref di Trento al servizio di persone, associazioni e comunità che vogliono informarsi e partecipare a una nuova informazione come bene comune. La parola “timu” è swahili e significa “squadra”. È un esperimento inedito in Italia di giornalismo partecipato. Timu garantisce che la proprietà dei contenuti è di chi li fa e propone un metodo comune di raccolta delle informazioni, basato su: accuratezza, imparzialità, indipendenza e legalità.

Chiunque potrà caricare materiale video, audio, fotografico e testuale sulla piattaforma. Potrà inoltre accedere a quello caricato da altri, e interagire con tutti i partecipanti.

Altreconomia e Timu cercano fino al 29 febbraio, interviste, documenti, foto, testi che raccontino in tutto il Paese le storie di amministratori locali che contrastano il consumo di suolo e si immaginano un’alternativa per il loro territorio, insieme ai concittadini. Altreconomia avrà poi il compito di analizzare, verificare e selezionare tutto questo materiale.

Il risultato, riorganizzato e sinterizzato, sarà un’inchiesta multimediale che verrà pubblicata su http://www.altreconomia.it a metà marzo, e in forma testuale sul numero di aprile di Altreconomia.

Per partecipare: https://timu.ahref.eu/speciali/altreconomia/

IPSE DIXIT

“La distruzione fisica del paesaggio è stata per me un lutto terribile.

Come se avessi perduto non una persona a me cara ma qualcosa di più. “

Andrea Zanzotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *