Testamento biologico; D.A.T …. sequestro di stato.

La Camera dei deputati ha approvato il disegno di legge contro il testamento biologico. Se il testo passerà anche al Senato, i cittadini italiani, già privati ormai da tempo di prospettive di  vita dignitose, non potranno più nemmeno decidere di morire dignitosamente.Lo ha deciso per loro la Casta politica che, con quest’ultimo atto di un insano e squallido spettacolo,  si è vendicata della grande  lezione di umanità e dignità impartita dalla caparbia, dall’amore e dal coraggio di un uomo; Beppino Englaro.  Ricordiamo tutti il ” golpe costituzionale” tentato dal governo che per decreto voleva invalidare una sentenza definitiva, una sentenza che voleva solo colmare un vuoto legislativo. Ora le D.A.T (dichiarazioni anticipate di trattamento) saranno valide solo se la persona si trova “in assenza di attività cerebrale cortico-subcorticale”, in poche parole quando  sarà di fatto morta, ma il paradosso sta nel fatto che non avranno valore vincolante, perché la decisione finale spetterà al medico. Ma sentiamo cosa dice la legge : il dichiarante “esprime orientamenti e informazioni utili per il medico, circa l’attivazione di trattamenti terapeutici purché in conformità a quanto prescritto dalla presente legge”. Praticamente ora saremo liberi di dichiarare quello che vogliono loro e, udite gente udite!, la legge prevede  che non si possa dichiarare nulla su alimentazione e idratazione, (considerate cure dalla comunità scientifica internazionale), e che si non si possa considerare “fiduciario” il proprio convivente, ( tanto così per dare l’ennesimo contentino alla Chiesa assolutamente contraria alla regolarizzazione delle coppie di fatto). Hanno previsto pure la scadenza ( 5 anni, un pò più di uno yogurt ) ) cosicchè, ad esempio mio figlio 25enne , dovrà rinnovare almeno 15 volte durante l’arco della sua vita le D.a.t o non saranno valide…riuscite a immaginare qualcosa di più ridicolo e scorretto ?

La nostra costituzione prevede, con l’articolo 31, “la libertà di autodeterminazione della persona” ma evidentemente al Vaticano e ai suoi 278 delegati, ( tanti sono i deputati che hanno votato questa vergognosa legge ) poco importa. Più grave ancora è il fatto che sanno benissimo che questa legge non sopravviverà alla Corte Costituzionale; solo che ci vorrà del tempo, probabilmente anni, tempo durante il quale si consumeranno centinaia,miliaia di drammi familiari, di scelte dolorose e irrevocabili.
Eppure i sondaggi parlano chiaro, la maggioranza degli italiani, anche dei cattolici, è assolutamente favorevole al diritto di scelta.
Il disegno di legge in questione è il frutto dell’ideologia e del fanatismo di questa maggioranza, che ancora una volta, forte di un ormai sconfessato “consenso popolare”,  impone alla nazione intera un parziale punto di vista, una morale che non tiene conto delle diverse sensibilità e della laicità dello stato.

Parlano di ” vita indisponibile”, ma vogliono disporre della nostra a loro piacimento, legiferando come in uno stato confessionale. L’accanimento terapeutico di questo esecutivo è aberrante e totalmente privo di buon senso.
Non sarebbe più  forse opportuno che, di fronte alla morte civile, economica, etica e morale del paese, il governo si occupasse meno ossessivamente del nostro corpo , del nostro fine vita, e un pò di più della vita di milioni di italiani alle prese con una crisi economica senza precedenti, dando delle risposte alle classi più deboli?… risposte che sinceramente non vedo nella manovra finanziaria che sta per essere varata.  Amen…..

immagine tratta da;

http://www.dillinger.it/testamento-biologico-2-60461.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *