Referendum del 12 e 13 giugno – “Io vado a votare”

Il 12 e 13 giugno saremo chiamati alle urne per 4 quesiti referendari su temi importantissimi, Acqua, Nucleare e Giustizia:

QUESITO 1 (scheda rossa) abrogazione dell’art. 23-bis del Decreto Legge 112/2008, convertito in Legge 133/2008: si chiede di abrogare la norma che impone di affidare la gestione del servizio idrico a società in cui i soggetti privati detengano almeno il 40%.

Se sei contro la privatizzazione dell’acqua bene comune, VOTA SI

QUESITO 2 (scheda gialla) abrogazione del comma 1, art. 154 del Decreto Legge 152/2006: si chiede di abrogare la norma che consente al gestore del servizio idrico di aumentare del 7% la bolletta, senza impegni per migliorare la qualità del servizio.

Se sei contro il profitto nella gestione dei servizi e beni comuni, VOTA SI

QUESITO 3 (scheda grigia) abrogazione art. 7, comma 1, lettera d del Decreto Legge 112/2008, convertito in Legge 133/2008. Modificato dalla Cassazione in data 1 giugno 2011, abrogazione commi 1 e 8, art. 5 del Decreto Legge 34/2011, convertito il Legge 75/2011: si chiede l’abrogazione di una parte del Decreto Legge che permette la costruzione e l’utilizzo di nuove centrali nucleari sul territorio italiano

Se sei contro il nucleare, VOTA SI

QUESITO 4 (scheda verde) abrogazione art. 1 – commi 1, 2, 3, 5 , 6 e art. 2 della Legge 51/2010: si chiede di abrogare la norma che prevede il legittimo impedimento per il Presidente del Consiglio e dei Ministri, a comparire in udienza penale.

Se sei per il principio della Legge uguale per tutti (art. 3 Costituzione Italiana), VOTA SI

Per la validità di ogni quesito non basterà che vincano i SI, ma bisognerà raggiungere il quorum, cioè il 50%+1 degli aventi diritto al voto.

“La libertà non è star sopra un albero/non è neanche il volo di un moscone/la libertà non è spazio libero/Libertà è partecipazione” (Giorgio Gaber)

Immagine tratta da: repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *