Mostra “La Galleria del Consenso”

L’Associazione TrentoAttiva presenta

LA GALLERIA DEL CONSENSO di Andrea Romanello

Sala Baldessari – Rovereto, via Portici n. 14

4-16 novembre 2010

Giovedì 4 novembre ore 20.00, inaugurazione della Mostra con la presentazione di Dario Trento, Docente di Storia dell’Arte all’Accademia di Belle Arti  di “Brera” di Milano. Seguirà una tavola rotonda con interventi di Alberto Faustini, Direttore de il “Trentino”; Ettore Paris, Direttore di “Questo Trentino”; Franco Panizza, Assessore alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento; Licia Nicoli, Presidente di Libera Trentino Alto Adige e Marina Benedetti, Presidente di TrentoAttiva.

Apertura Mostra: dal martedì al venerdì ore 16.00 – 20.00, sabato e domenica ore 9.30-12.00 e 16.00-20.00

Convegni:

  • Martedì 9 novembre, ore 20.30 – Sala Auditorium Brione, via Silvio Pellico, 16 -Rovereto
    Vincenzo Iurillo – Giornalista de “Il Fatto Quotidiano” e autore del libro “La Casta della Monnezza”
  • Sabato 13 novembre, ore 20.30 – Sala Auditorium Brione, via Silvio Pellico, 16 -Rovereto
    Marco Ottanelli – Giornalista di “Democrazia e Legalità” e autore del libro “Auto-Immuni” –  con la partecipazione di “QuestoTrentino”

La Commistione tra arte e cultura ha l’ambizioso obiettivo di far riflettere in maniera diversa, dalle consuete modalità giornalistiche, il pubblico su questioni di stretta attualità.

Nella mostra pittorica lo spettatore sarà trasportato in maniera inconsueta nel sistema mass-media, attraverso il linguaggio dell’arte. Un mondo in cui le immagini e le informazioni tradizionalmente scorrono e sfuggono repentine e dove, in questo caso, vengono bloccate e ribaltate dal gergo pittorico.

Gli interventi dei personaggi invitati vertono ad esplicitare nella maniera più chiara il funzionamento del sistema televisivo, giornalistico e dell’informazione in generale. Una visione autorevole da parte di persone della cultura italiana che aspira a rendere il pubblico più attento e critico nei confronti del sistema informativo che lo circonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *