Bene l’evento, ma la ricostruzione…

Finisce così la manifestazione nazionale organizzata dagli aquilani, a cui hanno aderito cittadini da ogni parte d’Italia, durante la quale sono state raccolte firme per una proposta di legge di iniziativa popolare. La normativa vigente in Italia consente a qualunque cittadino di presentare un progetto di legge, a patto che esso sia supportato da un numero di firme valide pari o superiore a 50 mila: queste devono essere successivamente depositate presso la Corte di Cassazione la quale ne verifica la validità. Successivamente, il progetto di legge viene preso in esame, discusso e votato in Parlamento; trattandosi di una proposta a carattere nazionale, essa interessa tutti i cittadini appartenenti ad ogni regione ed ogni ceto sociale.

La nostra Associazione si è espressa in modo favorevole alla proposta degli aquilani ed ha organizzato un banchetto di raccolta firme in via San Pietro in contemporanea alla manifestazione aquilana e ad altri banchetti e gazebo sparsi nelle varie regioni. Quale data migliore del 20 novembre, giornata mondiale per i diritti dell’infanzia, per ridare agli aquilani ed al Paese intero gli strumenti per costruire ciascuno il proprio futuro nel migliore dei modi? In città abbiamo raccolto circa un centinaio di firme, non è ancora noto il risultato nazionale.

Nella stessa giornata il corteo aquilano (composto da 13 mila cittadini secondo la questura, 25 mila secondo gli organizzatori) sfilava nonostante la giornata di pioggia. Di seguito, il servizio di Abruzzo24ore e alcune foto della raccolta firme avvenuta al nostro bachetto di Trento. In sintensi: “bene l’evento, ma la ricostruzione…”.

Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e condiviso con noi questo splendido momento di democrazia diretta! Chi intendesse firmare, può contattarci attraverso il modulo di contatto nella pagina apposita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *