Sit-in a difesa della Costituzione: noi c’eravamo!

Trento Attiva ha partecipato al presidio tenutosi  davanti al Commissariato del Governo di Trento, organizzato dal Popolo Viola in difesa della nostra Costituzione, continuamente minacciata dal governo e dal colpevole silenzio di gran parte dell’opposizione.

La necessità di un forte segnale che partisse dai cittadini a salvaguardia della Costituzione  si è avvertita già alla promulgazione del Lodo Alfano. La gravità della situazione è stata riscontrata successivamente alla firma del Presidente della Repubblica di tale legge, rivelatasi poi incostituzionale (come dichiarato dalla Corte Costituzionale) lasciando così nei cittadini un senso di sconcerto e la percezione di essere inermi e più che mai NON rappresentati  dalla politica negli ideali relativi ai principi fondamentali.

“Quando per la porta della magistratura entra la politica la giustizia esce dalla finestra”

“Dietro ogni articolo della Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi che hanno dato la vita perchè la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa Carta”

“La libertà è condizione ineliminabile della legalità; dove non vi è liberta non può essere legalità”

“La libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare”

( Piero Calamandrei )

Riportiamo  il report de “Il Popolo Viola del Trentino”

SIT-IN del 30 gennaio in difesa della Costituzione a Trento


Ha aderito anche Trento alla giornata per la salvaguardia della Costituzione italiana, organizzata dal popolo viola in moltissime città italiane ed estere.

“Proteggiamo la Costituzione Italiana per difendere i diritti fondamentali e inviolabili di tutti “

E’ il messaggio condiviso dai partecipanti come liberi cittadini (senza bandiera alcuna) tra cui:  il Popolo viola, rappresentanti di TrentoAttiva, esponenti IDV, coordinamento di Sinistra Ecologia e Libertà, la Busa Consapevole e altri movimenti presenti sul territorio.

Ci siamo ritrovati dalle 14.00 alle 16.30 al Commissariato del Governo per la diffusione di volantini informativi e la lettura degli articoli a rischio modifica, intonando canzoni a tema: questo per non assistere passivamente all’ennesimo tentativo di saccheggio della Costituzione Italiana e delle continue manovre, da parte del Governo, di garantire l’impunità a Mr. B.

Reagire con prontezza e determinazione democratica, che questa situazione ormai critica richiede, è la nostra priorità. Consideriamo l’attuale Costituzione italiana il principale strumento di garanzia del patto di convivenza civile nella nostra società, fondato  sul principio di uguaglianza tra i cittadini.

Ad ogni cittadino democratico compete difenderla poiché essa rappresenta l’anticorpo più efficace contro il rischio di nuove derive autoritarie.

Noi siamo tra questi cittadini!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *