Ripubblicizzazione dell’acqua – prosegue la raccolta firme

Domenica scorsa, 20 dicembre, TrentoAttiva ha sfidato il freddo polare per la seconda giornata di raccolta firme a favore dell’acqua pubblica.

Ha contribuito a riscaldarci sicuramente lo spettacolo di giochi pirotecnici che un gruppo di ragazzi ha improvvisato a pochi passi dal nostro gazebo, il dolce al cioccolato preparato dalla nostra mitica Presidentessa, ma soprattutto l’afflusso di persone interessate a sottoscrivere la petizione.

Niente folle oceaniche, intendiamoci, ma comunque un buon segnale in questi tempi di disaffezione per la cosa pubblica e di frenetica corsa all’acquisto da mettere sotto l’albero.

Ad oggi le firme raccolte sono 347 per la petizione che consegneremo al Consiglio Comunale di Trento e 451 per l’analoga sottoscrizione destinata al Consiglio Provinciale.

Per quest’ultima abbiamo anche deciso di attivare una petizione online, disponibile a questo indirizzo:

http://www.petizionionline.it/petizione/ripubblicizzazione-del-servizio-idrico-integrato-provincia-autonoma-di-trento/460

Tutti quelli che non sono riusciti fisicamente a firmare al banchetto possono quindi aderire comodamente da casa. Unico requisito, la residenza in provincia di Trento.

Ricordiamo per completezza di informazione le richieste che vengono fatte:

  • riconoscere nello Statuto, il Diritto umano all’acqua, ossia l’accesso all’acqua come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell’acqua come bene comune pubblico;
  • riconoscere il servizio idrico integrato come un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, per garantire l’accesso all’acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini, la cui gestione va quindi attuata attraverso un Ente di Diritto pubblico;
  • intraprendere tutte le azioni opportune al fine di contrastare i provvedimenti previsti dall’ art. 23bis Lg. 133/2008, come modificato dall’Art. 15 D.L 135/2009, che condurranno alla messa a gara della gestione del servizio idrico integrato ed alla consegna dell’acqua ai privati entro il 2011.

Un appello per finire: stiamo cercando di organizzare, per il mese di gennaio, una giornata provinciale di raccolta firme da realizzarsi in contemporanea quantomeno nei maggiori comuni del nostro territorio.

Ovviamente è necessario il supporto di realtà associative locali.

Non serve un grande sforzo, si tratta di dedicare 3-4 ore del proprio tempo libero ad una causa per la quale è importante far sentire la propria voce.

Se siete interessati contattateci alla nostra mail trentoattiva@gmail.com.

Ci contiamo!!

BUON NATALE A TUTTI!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *